INSERTI PER AVVITATURA

Quando si tratta di dover scegliere inserti per cacciavite o per avvitatore, bisogna sempre tenere conto della qualità: inserti di alta qualità, infatti, resistono bene all’usura e regalano al proprio utensile manuale una vita più lunga. Mister Worker® offre una vasta scelta di bits e inserti magnetici per viti a intaglio, a esagono incassato, con impronta a croce, Phillips, Pozidriv, Supadriv e Torx.

Gli inserti sono delle punte metalliche disponibili con diverse lunghezze e punte di varie forme: vanno scelti in base alla forma delle viti su cui dovranno lavorare. Esistono inserti a taglio o a croce, specifici per viti con impronta Torx, Pozidriv, Supadriv o Phillips. Sceglierli di buona qualità è fondamentale per garantire una buona riuscita del lavoro che si deve svolgere: puntare al risparmio e scegliere utensili a mano economici spesso non è una scelta saggia, perché inserti di bassa qualità possono rompersi già dopo il primo utilizzo e rovinare in modo irreversibile le viti sui cui lavorano. I migliori sono sicuramente gli inserti resistenti agli shock, gli inserti in titanio di alta qualità, fino ad arrivare ai più costosi ma indistruttibili inserti in diamante.

Fondamentale è anche scegliere inserti di tipologia e dimensione corrispondenti esattamente alle viti su cui bisogna svolgere il lavoro: sbagliare anche solo di pochi millimetri significa danneggiare sia l’inserto che la vite. Per questo Mister Worker® offre numerosi set di inserti, con punte di varie forme e dimensioni adatte per diverse tipologie di viti: inserti per cacciaviti a percussione, bussole magnetiche, set di inserti per avvitatura... Avere un assortimento di inserti con sé è sempre molto utile, perché spesso ci si trova davanti a diverse viti anche nello stesso macchinario su cui si sta operando. Le impronte più diffuse sono le impronte a croce Phillips, da non confondere con le impronte Pozidriv, sempre a croce ma con quattro tagli in più per migliorare la presa; sempre più comune è l’impronta Torx, una stella a sei punte che garantisce la massima presa.

Ultimo elemento da tenere in conto è la lunghezza dell’inserto. Gli inserti sono solitamente corti, per trasmettere il massimo della coppia alla vite e riuscire ad avvitarla al meglio: più è lungo l’inserto più si rischia che si distacchi. Qualora si debba lavorare su viti in spazi profondi, è consigliabile acquistare dei porta inserti della lunghezza desiderata, che consentono di lavorare a diverse profondità: è sempre consigliabile essere molto cauti in queste situazioni, proprio per evitare che gli inserti si stacchino durante il lavoro e rovinino la vite.