Condividi
reply Back

Intervista con l'Esperto: la scelta dei cricchetti e delle bussole

Pubblicato il : 26/02/2020 17:30:25
Categorie : Guida agli utensili da lavoro , Mister Worker

Giovanni Ponissi

Oggi sul Blog di Mister Worker™ siamo in compagnia di Giovanni Ponissi, Trade Marketing Specialist di Stanley Black & Decker, per parlare dell'ampia gamma di cricchetti e delle chiavi a bussola di FACOM.

MW: Quali sono le caratteristiche da considerare quando si sceglie un cricchetto?

G.P.: Oltre al quadro di manovra, le caratteristiche che influenzano la scelta di un cricchetto riguardano essenzialmente il contesto all’interno del quale si intende operare, le attività da svolgere e l’accessibilità degli spazi. La ricca gamma di cricchetti FACOM è composta da circa 30 modelli differenti, progettati e prodotti appositamente per consentire qualsiasi tipologia di intervento in ambito industriale o automotive in assoluta sicurezza al massimo della produttività.

Tra i vari modelli disponibili, vorrei soffermarmi sul cricchetto R.181 da 1/4” ad alte prestazioni che prevede la testa dall’altezza ridotta e un angolo di ripresa di 4,5°, caratteristiche che garantiscono un'eccellente capacità di serraggio e una grande precisione negli spazi angusti e di difficile accesso. Il cricchetto, prodotto in Italia, è particolarmente adatto agli autoriparatori, agli specialisti della manutenzione e agli ingegneri che lavorano su motori di veicoli o su macchine industriali complesse. Il sistema di inversione della manovra è posizionato direttamente sull’impugnatura bi-materiale e consente l’utilizzo in maniera rapida e sicura con una sola mano se necessario. 

Come tutta la gamma degli utensili a mano FACOM, il cricchetto R.181 è stato progettato con materiali di alta qualità per una maggiore durata nel tempo e una resistenza elevata, caratteristiche che lo classificano all’interno della selezione degli articoli Garantiti a Vita. La testa robusta al 100% ermetica alla polvere e certificata IP54 non necessita di alcuna manutenzione e garantisce al prodotto una maggiore durata nel tempo. Il manico bi-materiale infine, garantisce un comfort eccezionale durante il suo utilizzo, fornendo un'aderenza massima e una resistenza tra le più elevate ai solventi più aggressivi usati in officina. All'estremità dell’impugnatura è stato integrato un foro di aggancio per una maggiore praticità e sicurezza.

cricchetti e chiavi a bussola

MW: Ci sono cricchetti specifici per diverse professioni?

G.P.: All’interno della gamma FACOM vengono proposti cricchetti appositamente sviluppati per svolgere diverse applicazioni e che si legano, di conseguenza, a differenti professioni. 

Ad esempio, per le operazioni eseguite in ambienti soggetti ad agenti in grado di compromettere le funzionalità degli utensili quali polveri, fanghi industriali e solventi, ci sono cricchetti molto robusti con un alto grado di impermeabilità, come la gamma FACOM 161 (1/4": RL.161, 3/8": JL.161, 1/2": SL.161, 3/4": KL.161) e 161B (1/4": R.161B, 3/8": J.161B, 1/2": S.161B).

I cricchetti SLS (safety lock system) permettono di intervenire ad alta quota in totale sicurezza perché eliminano i rischi di cadute accidentali, evitano le perdite di tempo e migliorando la produttività. La gamma di cricchetti FACOM 171SLS è dunque ideali per gli operatori che svolgono operazioni a più di 2m di altezza (1/4": RL.171SLS, 3/8": JL.171SLS, 1/2": SL.171SLS).

Infine, il cricchetto speciale FACOM R.180 da 1/4" è decisamente compatto (lunghezza: 115mm), compatibile con le bussole ridotte, orientabile a 180° e prevede una ripresa a 6° per le applicazioni in spazi difficilmente accessibili come i motori delle auto.

MW: Come è cambiato l'uso del cricchetto con la creazione della prolunga a catena?

G.P.: Ideale per le applicazioni in ambito automotive, la prolunga a catena AXS massimizza l’efficacia dei cricchetti nelle situazioni che richiedono interventi negli spazi ridotti. Le caratteristiche del meccanismo corona-pignone combinate con l’elevata resistenza dei componenti consentono di effettuare operazioni altrimenti complicate, beneficiando di un maggior spazio di manovra e aumentare i giri in uscita fino a 1,6 volte. La prolunga a catena è disponibile con quadri di manovra da 1/4”, 3/8” e 1/2” e nei pratici assortimenti, completi di cricchetti, prolunghe e bussole.

cricchetti e chiavi a bussola

MW: Quali sono le caratteristiche da considerare quando si sceglie una bussola?

G.P.: Sul mercato esistono centinaia di bussole che differiscono per misura, materiale, trattamento termico, dimensioni e profilo. FACOM rappresenta, senza dubbio, un riferimento di mercato e la classificazione delle diverse famiglie nel catalogo F18 è da sempre una guida per i professionisti.

La gamma viene suddivisa nelle seguenti categorie:

Le principali caratteristiche da considerare per la scelta consistono, oltre che nel quadro di manovra e nella misura, nella scelta del materiale, nelle dimensioni e nel rendimento in riferimento alle norme in vigore: le bussole in acciaio con finitura cromata (ad esempio la serie S.H) sono ideali per gli utilizzi con utensili manuali quali cricchetti, impugnature o prolunghe e rappresentano, di gran lunga, la famiglia più diffusa e utilizzata nell’ambito della meccanica. 

Le bussole di colore arancione (ad esempio la serie R.AVSE) vengono utilizzate nelle applicazioni che richiedono lavori sotto tensione elettrica, sono rivestite da un materiale specifico in grado di isolarle fino a 1000V e sono conformi alle esigenze della norma EN60900. 

Le bussole antideflagranti FACOM ADF sono composte da una lega speciale in rame-berillio che le rende specifiche per le applicazioni negli ambienti ATEX, soggetti ad alto rischio di deflagrazione (ad esempio la serie M.SR). Queste sono state concepite per un utilizzo in un’atmosfera esplosiva o infiammabile, nella quale la strumentazione classica in acciaio può produrre accidentalmente delle scintille e causare danni irreparabili.

Le bussole Impact richiedono invece un approfondimento a parte.

cricchetti e chiavi a bussola

MW: Quando bisogna preferire una bussola impact ad una normale?

G.P.: Gli utilizzi con elettroutensili o utensili pneumatici richiedono l’abbinamento delle bussole Impact (ad esempio la serie NS.A) con finitura in cromo molibdeno. Questi articoli prevedono delle caratteristiche chimiche che le rendono più resistenti agli impulsi e più sicure in caso di danneggiamento, perché evitano scheggiamenti o rotture improvvise che sono pericolose per l’operatore. L’acciaio speciale e il trattamento termico garantiscono un elevato limite elastico e una grande resistenza all’usura, accorgimenti che ne riducono il rischio di rottura delle bussole ed eventuali scheggiamenti pericolosi.

MW: In questo contesto, si colloca il marchio FACOM. Come si posiziona nel mercato e come si distingue dalle marche concorrenti?

G.P.: FACOM rappresenta il leader europeo nella fornitura di bussole Impact, tutte le referenze sono coperte dalla Garanzia a Vita, condizione che testimonia l’eccelsa qualità del prodotto e l’assoluta affidabilità dei processi produttivi interni. Il Catalogo F18 contiene la gamma più ampia e più profonda del mercato, troviamo infatti bussole di tutte le dimensioni, compatibili con tutti i quadri di manovra e con profili più specifici.  

MW: Come vengono classificati i Kit di bussole e inserti FACOM e quali sono le differenze?

G.P.: Le confezioni di bussole e inserti FACOM sono molteplici, dalle cassette di dimensioni ridotte fino ai moduli in spugna per carrelli, rappresentano le soluzioni più adatte alle esigenze più specifiche del mercato e sono completamente modulari con le soluzioni di contenimento FACOM.

Le diverse varianti rappresentano delle pratiche soluzioni legate alle differenti applicazioni, queste consentono di disporre di set completi di bussole e inserti qualunque sia l’esigenza dell’operatore.

Vi sono assortimenti compatti (ad esempio l’R1PICO) che hanno dimensioni e peso ridotti e contengono componenti di dimensioni compatte per accedere agli spazi più remoti: le bussole ribassate (-20% rispetto alle bussole normali delle stesse dimensioni) e il cricchetto ultra-compatto a testa flessibile R.180 da 115 mm orientabile a 180°. La loro particolarità consiste negli ingombri e peso ridotti, che li rendono pratici per le soluzioni di manutenzione itinerante.

Gli assortimenti NANO sono i più completi della gamma (contengono fino a 38 utensili da 1/4”), le diverse versioni prevedono i 5 cricchetti FACOM da 1/4” con bussole in dimensioni metriche o in pollici. Le cassette bi-materiale sono pratiche, consentono una presa immediata degli inserti e delle bussole e sono compatti fino al 50% più rispetto ai set 1/4” nella cassetta tradizionale MBOX.

Gli assortimenti DBOX infine rappresentano gli assortimenti più robusti, pratici, resistenti e facili da individuare. Sono infatti facili da riporre all’interno del carrello e facili da trasportare grazie alla prolunga che ha la funzione di manico e gli utensili restano in posizione anche se il contenitore viene rovesciato. L’ultima categoria di contenimento è rappresentata dai moduli in spugna e in plastica ove vengono contenuti e disposti all’interno dei carrelli o trasportati nelle pratiche cassette in plastica o metallo. Vi sono moduli di 3 taglie diverse, modulari tra di loro e specifici per le esigenze di tutte le professioni.

Prodotti associati
Condividi
Aggiungi un commento

 (con http://)