Condividi
reply Back

Cosa sono i micrometri e come si usano? Intervista con TESA Technology

Pubblicato il : 06/04/2020 15:32:01
Categorie : Guida agli utensili da lavoro , Mister Worker

TESA TECHNOLOGY

Oggi sul Blog di Mister Worker™ siamo in compagnia di TESA Technology per parlare di uno strumento di precisione: il micrometro. 

Cosa sono i micrometri? Come si usa un micrometro?

Il micrometro è uno strumento nato per la misurazione dimensionale di particolari meccanici caratterizzati da precisioni elevate. Come il calibro ed alcuni altri strumenti da banco, è considerato indispensabile per l’operatore di bordo macchina. A differenza del calibro però, la sua particolare costruzione meccanica garantisce misurazioni molto precise, con risoluzioni fino a 1 micron. 1 micron o micrometro corrisponde a un millesimo di millimetro e viene indicato con il simbolo µ.

Esistono essenzialmente due famiglie di micrometri: una per misurazioni di dimensioni esterne ed una per quelle interne. Il micrometro per esterni è uno strumento di misura lineare, costituito da un telaio ad arco su cui si trovano un’incudine fissa a sinistra ed uno stelo mobile a destra, composto da un tamburo graduato al cui interno è posizionata la vite micrometrica: ruotando il tamburo, viene fatta avanzare la vite, che rappresenta il cuore dello strumento. Nei micrometri per interni, la vite micrometrica agisce invece in spinta su un cono, liscio o “filettato”, che determina la fuoriuscita dei 3 contatti di misura.

All’interno delle due famiglie troviamo modelli con lettura analogica o digitale, con superfici di contatto di vari tipi (piane, tonde, ribassate, a disco, con inserti), che li rendono strumenti versatili per svariate geometrie di pezzi. Nella versione per interni, diverse caratteristiche costruttive determinano la possibilità di poter misurare sia fori ciechi che passanti.

Alcuni dei principali settori di applicazione sono l’automotive, l’aeronautica, la meccanica di precisione. Gli strumenti vengono utilizzati sia in ambiente di produzione che in sala metrologica o laboratorio.

TESA TECHNOLOGY

Come scegliere un micrometro?

Nella scelta di un micrometro, fondamentalmente il primo parametro da considerare è legato alla necessità di effettuare una misurazione caratterizzata da un’elevata precisione. Questo determina la scelta della risoluzione dello strumento in base alle tolleranze costruttive richieste a disegno del particolare da controllare. Altri parametri di cui tener conto sono: il campo di misura, la valutazione della geometria del pezzo da misurare ed il tipo di lettura, analogica o digitale, che si vuole avere. Quest’ultima scelta è legata anche ad un’eventuale gestione dei dati rilevati, oltre che alla praticità e facilità di lettura.

Quali sono le normative da tenere in considerazione prima di acquistare un micrometro?

Esistono svariate normative UNI, ISO e DIN che regolamentano gli strumenti di misura in genere e ne stabiliscono le più importanti caratteristiche funzionali e qualitative. I micrometri TESA rispondono a delle specifiche normative costruttive e di precisione. Le norme in questione sono le DIN 863 T1 (NF E11-095), DIN 863 T3, DIN 863 T2 e DIN 863 T4 (NF E11-099). A seconda del tipo di strumento per interni, esterni o profondità e dell’esecuzione analogica o digitale, queste norme ne caratterizzano gli aspetti costruttivi e gli errori di precisione massimi ammessi.

Le tabelle UNI riportano invece i metodi raccomandati di controllo dei micrometri e stabiliscono le procedure operative, indicando le apparecchiature necessarie per effettuare la taratura.

Quali sono le specifiche di manutenzione e taratura dei micrometri di TESA?

Gli strumenti di misura, a prescindere dalla loro robustezza costruttiva, devono essere maneggiati con una certa cautela. Essendo utilizzati in ambienti che nella maggior parte dei casi non sono molto puliti, basti pensare ad esempio al loro uso in officina a bordo macchina, prima di essere riposti nella loro custodia al termine dell’utilizzo, andrebbero puliti da eventuali presenze di oli, grassi ed altri agenti. Periodicamente si raccomanda anche di controllarli nelle loro parti meccaniche; le verifiche dimensionali possono essere effettuate direttamente dal cliente utilizzando dei master di azzeramento quali: blocchetti pianparalleli, aste di riscontro, riscontri cilindrici o anelli, a seconda del tipo di micrometro, tutti accessori che ovviamente fanno parte del catalogo TESA. Per quanto concerne eventuali riparazioni, tarature e certificazioni dimensionali, è opportuno avvalersi della casa-madre o dei centri di assistenza autorizzati presenti sul territorio. 

TESA TECHNOLOGY micrometri per esterni

Come si colloca TESA Technology all’interno del mercato dei micrometri? Cosa offrite al cliente finale in più rispetto ai vostri concorrenti?

Sicuramente un parametro che ha sempre contraddistinto il prodotto TESA, dal 1941 ad oggi, è l’elevata qualità. Questo aspetto garantisce che tutti gli strumenti TESA, ed in questo caso i micrometri, siano molto precisi, affidabili e duraturi nel tempo. La vite micrometrica, che costituisce il cuore dello strumento, viene rettificata con una precisione estremamente elevata e questo ci permette di ottenere un'incertezza di misura estremamente bassa.
Esistono poi aspetti costruttivi coperti da brevetti depositati quali, ad esempio, il sistema di lettura digitale TESA CAPA µ SYSTEM®, molto affidabile e facilmente interfacciabile ad un PC.
Un altro brevetto esclusivo di TESA è il sistema meccanico dei micrometri per interni a tre punti di contatto IMICRO®, che li rende unici nel loro genere e ad oggi ancora ineguagliati.
Tra le varie esecuzioni speciali dei micrometri per esterni citerei anche i modelli con comparatore integrato MICRO-ETALON 225 ed il MICROSPEL, che offre invece la possibilità di montare un tastatore elettronico. Entrambe le versioni si prestano alla misurazione di serie di piccoli pezzi in modo rapido e molto preciso.

La grande maggioranza dei nostri micrometri, inoltre, viene fornita con un rapporto di misura con riferibilità a campioni primari, che attesta la conformità degli strumenti alle specifiche tecniche dichiarate. 

Quali sono i modelli di punta della gamma dei micrometri di TESA Technology?

Nella categoria dei micrometri per esterni gli articoli di punta sono sicuramente le versioni standard di ISOMASTER® e TESAMASTER® per i modelli analogici e quelle dei MICROMASTER® per la variante digitale. 

Parlando invece dei micrometri per interni, l’IMICRO®, disponibile sia in versione analogica che digitale, rappresenta sicuramente uno dei cavalli di battaglia di TESA, nonché un autentico fiore all’occhiello dell’intera produzione TESA.

Ci può spiegare meglio quali sono le peculiarità tecniche che rendono l’IMICRO® così unico?

L’IMICRO® è un micrometro per interni a tre punti di contatto con un sistema di misura brevettato, davvero unico nel suo genere, il cui principio meccanico sfiora la perfezione. Inventato nel 1950, è stato spesso copiato, ma mai eguagliato. 

TESA TECHNOLOGY micrometri per interni

Le sue principali caratteristiche ed i vantaggi offerti sono i seguenti:

  • La testa di misura è costituita da un cono di misura in metallo duro rettificato che, a differenza dei modelli in esecuzione standard dove è liscio, ha un profilo particolare, che potremmo definire “filettato”.
  • Insieme al cono, la disposizione studiata dei 3 contatti fa degli IMICRO® gli unici micrometri per interni al mondo che rispettano il principio di Abbe. Tale principio afferma che per ottenere la massima  precisione di misurazione, il punto di misura sul pezzo e quello dello strumento devono essere allineati sullo stesso asse.
  • La disposizione dei tasti a 120° e la loro particolare forma geometrica garantiscono l’auto-centraggio e l’auto-allineamento dello strumento nel foro da misurare, indipendentemente dalla sensibilità dell’operatore.
  • La frizione a cricchetto, integrata nell’avanzamento rapido, garantisce una forza di misura costante.
  • La particolarità costruttiva meccanica riduce di 4 volte l’influenza delle variazioni di temperatura sulla misura rispetto ad altri prodotti simili standard.
  • Le superfici dei contatti di misura, rivestite di nitruro di titanio, risultano molto resistenti all’usura e quindi garantiscono misure affidabili nel tempo.
  • Potendo montare prolunghe con lunghezze fino a 1000 mm, si offre la possibilità di utilizzare lo strumento anche in fori molto profondi, garantendo una qualità di misura eccellente.

Quali innovazioni propone TESA Technology nel settore della misurazione di precisione?

Possiamo dire che per TESA il micrometro per esterni abbia rappresentato una vera pietra miliare, essendo stato il primo strumento di misura prodotto nel 1941 quando, alla nascita dell’azienda stessa, venne inventato il MINMETAL®. Successivamente i micrometri hanno scandito anche altre tappe importanti nella storia del marchio.

Con il modello TESAMASTER® è stato realizzato un micrometro che associa ad una meccanica di alta precisione un sistema di lettura combinata analogica e numerica, che lo rende ancora oggi unico.
Con la serie digitale MICROMASTER® TESA ha introdotto sul mercato uno strumento del tutto innovativo sia dal punto di vista del design che da quello elettronico, supportato dal sistema di misura capacitivo brevettato CAPA µ SYSTEM®. Non a caso si è detto che TESA abbia addirittura “reinventato” il micrometro, dimostrando tutto il suo know-how nel saper innovare anche prodotti classici. 

L’ultima innovazione proposta da TESA è rappresentata dalla nuova soluzione di connettività “plug and measure” TESA TLC-BLE, applicabile anche a tutti i nostri micrometri digitali, nonché alla grande maggioranza degli strumenti digitali TESA. Il nostro sistema rappresenta una grande semplificazione nell’ambito della connettività, proprio in un’epoca in cui questa è diventata una funzionalità imprescindibile in quanto la centralizzazione dei dati e la loro accessibilità in tempo reale diventano una sfida fondamentale nella corsa alla produttività. Sempre più spesso le richieste odierne del mercato vanno nella direzione di una metrologia semplice, connessa ed economica. Nel nostro caso la semplificazione è sia a livello hardware che software: tutti i nostri micrometri digitali possono essere dotati di un trasmettitore Bluetooth® per inviare le misure ad un software gratuito ultra-semplice, TESA DATA-VIEWER, che fa da ponte tra lo strumento ed un semplice foglio Excel o altri software di elaborazione dati più o meno complessi, per consentire tra l’altro la creazione automatica di report o analisi statistiche SPC in tempo reale. 

Condividi
Aggiungi un commento

 (con http://)