Condividi
reply Back

COME USARE IL MULTIMETRO DIGITALE? GUIDA ALLA MISURAZIONE

Pubblicato il : 04/09/2018 10:35:50

Il multimetro digitale è uno strumento indispensabile quando bisogna misurare tensione, corrente, continuità o resistenza: da qui il nome multi-metro, misurazione multipla. In commercio ne esistono numerosi modelli, dai più professionali, utilizzati dagli elettricisti, ai più semplici, ideali per un utilizzo hobbistico. Tuttavia, in qualsiasi caso bisogna scegliere un modello affidabile e preciso, in modo da effettuare le misurazioni in modo accurato e senza errori. Vediamo ora com’è fatto questo utensile, come funziona e come si usa.

Come funziona un multimetro digitale?

Un multimetro digitale è composto da tre parti:

  • Un display: solitamente a quattro cifre, è dove verranno visualizzati i valori delle misurazioni. Alcuni modelli hanno lo schermo retroilluminato, e sono quindi ideali da utilizzare in condizioni di scarsa luce.
  • Una manopola di selezione: serve per impostare il multimetro in base al valore da misurare. Va impostata su A per la corrente, su V per la tensione e su Ω per la resistenza.
  • Due porte: vi sono collegate due sonde, che possono essere sostituite in base al tipo di misurazione da prendere.

Com'è fatto un multimetro digitale

Ogni volta che si decide di utilizzare questo strumento per effettuare una misurazione, bisogna impostarlo nel modo corretto. Tuttavia, se si seleziona un’impostazione errata lo strumento tenderà a visualizzare un 1 o un messaggio di errore, per farti capire che hai selezionato un valore troppo basso, è sovraccarico oppure out of range. Passiamo ora a vedere quali misurazioni si possono effettuare con un multimetro digitale.

  • Misurare la tensione

Come si usa un multimetro digitale quando si ha l’esigenza di misurare la tensione? Innanzitutto, va detto che la tensione alternata può essere molto pericolosa, e che quindi è consigliabile preferire un tester senza contatto per misurarla. Nei rari casi in cui può essere misurata anche con un multimetro, bisogna impostare manopola sul simbolo V~ (con la linea ondulata). Per misurare la tensione CC, come quella di una batteria, è necessario impostare la manopola su V- (con la linea dritta).

  • Misurare la resistenza

Per misurare la resistenza bisogna scegliere la resistenza di riferimento, impostare il multimetro su 20k e tenere le sonde sulle gambe del resistore. A questo punto, lo strumento leggerà il valore della resistenza reale, oppure 1 o 0.00. Se sul display visualizzi 1 oppure OL significa che è sovraccarico, e devi modificare la gamma dei valori in una superiore. Se, invece, visualizzi 0.00 vuol dire che devi abbassare la modalità attraverso la manopola.

Ricordati sempre che molte resistenze hanno una tolleranza del 5%: ciò significa che ogni misurazione effettuata con il proprio utensile potrebbe essere variabile ed essere, in realta, più elevata o più bassa del 5%.  

  • Misurare la corrente

La corrente è una delle letture più complesse tra quelle che stiamo analizzando, perché va misurata in serie: significa che se la tensione viene misurata impostando le sonde su VCC e GND in parallelo, per misurare la corrente si deve interrompere il flusso e inserire lo strumento in serie. Per fare ciò, dovrai estrarre il filo VCC che va sulla resistenza ed inserirne un altro, quindi inserire le sonde sui due fili: facendo ciò potrai misurare la corrente che scorre nel multimetro su una breadboard, componente fondamentale quando si costruisce un circuito.

  • Misurare la continuità

Misurare la continuità con questo tipo di utensile serve per capire se le connessioni tra punti in un circuito sono state realizzate correttamente e se, quindi, l’impianto funzionerà. Come usare un multimetro digitale per misurare la continuità? Basterà spostare la manopola sul simbolo di diodo con onde di propagazione intorno (varia da tester a tester, ma è facilmente riconoscibile): a questo punto, bisogna far toccare le sonde sui punti da misurare.

Quando si effettua un test di continuità, si testa la resistenza tra due punti: se la resistenza è bassa significa che i due punti sono collegati da corrente elettrica, e il multimetro emette un suono; se, invece, la resistenza è più elevata significa che il circuito è aperto, i punti non sono collegati e il tester non emette nessun suono.

Il multimetro digitale è uno strumento fondamentale per effettuare misurazioni specifiche come quelle viste qui sopra: oltre a essere indispensabile nei laboratori di elettrotecnica, può rivelarsi molto utile anche quando si crea un circuito elettrico in un ufficio o in un’abitazione. Come abbiamo detto all’inizio, l’importante è optare sempre per un modello altamente professionale: solo così avrai la certezza di prendere misurazioni corrette e potrai lavorare in totale sicurezza.

Condividi
Aggiungi un commento

 (con http://)