Condividi
reply Back

COME SI USA UNA CHIAVE DINAMOMETRICA? GUIDA PER SCEGLIERE IL MODELLO GIUSTO

Pubblicato il : 21/05/2018 11:26:31
Categorie : Guida agli utensili da lavoro , Le novità Mister Worker , Mister Worker , Mister Worker consiglia

La chiave dinamometrica è un utensile professionale che permette di effettuare serraggi controllati su viti, dadi, perni e bulloni, al giusto valore di coppia: ciò significa che è in grado di mettere in trazione un bullone con una forza calibrata al di sotto di una certa soglia limite, per tenere unite tra loro due parti senza danneggiare la filettatura del bullone.

È un attrezzo indispensabile quando si ha l’esigenza di effettuare un serraggio corretto e sicuro, per garantire il funzionamento impeccabile dell’apparato su cui si sta lavorando. Ecco perché viene utilizzata, per esempio, nelle officine meccaniche, per lavorare sulle ruote di moto e automobili e far sì che il veicolo possa viaggiare in totale sicurezza.

Come scegliere una chiave dinamometrica

Per rispondere a questa domanda, basta seguire due punti fondamentali:

  • Innanzitutto, bisogna verificare che sia certificata DIN EN ISO 6789, norma che ne garantisce l’affidabilità e la sicurezza.
  • Poi, bisogna avere bene in mente l’utilizzo che se ne deve fare, e scegliere se si preferisce optare per una chiave dinamometrica meccanica o una elettronica.

In genere, tutti i modelli di questa chiave hanno una testa a cricchetto o un quadro di manovra che permette di agganciare le chiavi a bussola. Su molti modelli c’è anche la possibilità di regolare la coppia tramite la scala principale e il nonio, in modo da esercitare sempre la giusta coppia sulle viti. Ma vediamo ora insieme le due tipologie principali di questo particolare utensile.

  • Meccanica

Si tratta di un modello abbastanza economico e molto solido: l’assenza di parti elettroniche fa sì che, in caso di caduta accidentale, il rischio di danneggiamento sia minore. Tuttavia, non è possibile memorizzare i dati di ogni serraggio e, quindi, bisogna applicare nuovamente la coppia ogni volta: per questo motivo è più facile rischiare il sovraserraggio.

La chiave dinamometrica meccanica è conosciuta anche come chiave dinamometrica a scatto: viene chiamata così perché al raggiungimento della coppia impostata ha uno scatto, ed emette un “click” come segnale sonoro e una leggera vibrazione, dovuta al disarmo dei meccanismi interni. Dopo lo scatto, il riarmo della chiave avviene in modo automatico non appena si smette di esercitare forza sul punto di applicazione. 

  • Elettronica

Conosciuta anche come chiave dinamometrica digitale, ha un costo più elevato, ma offre maggiori vantaggi nell’utilizzo. Si tratta di uno strumento dotato di sensore di coppia, che garantisce sempre il corretto serraggio grazie alla visualizzazione dei dati sul display: è possibile salvare i dati raccolti e utilizzarli per ripetere tutti i serraggi simili, senza mai sbagliare. Le versioni più aggiornate hanno anche la possibilità di essere collegate al proprio computer tramite USB, per salvare nel database dell’apposito software tutti i dati utili.

Chiave dinamometrica elettronica | Mister Worker™

COME USARE UNA CHIAVE DINAMOMETRICA

Innanzitutto, bisogna capire in che unità di misura è impostata la chiave che si ha tra le mani. Solitamente vengono prodotte con scala in N·m (Newton per metri), l’unità di misura adottata dal Sistema Metrico Internazionale, o con scala in Ft·Lbs (Piedi per libbre) oppure in·Lbs (pollici per libbre), se lo strumento proviene dai Paesi anglosassoni.

Successivamente, bisogna conoscere la coppia necessaria per effettuare il serraggio del componente: se non lo conosci, puoi facilmente trovare delle tabelle unificate in cui sono segnalati i valori medi di riferimento in base al materiale di cui è fatto il componente su cui devi lavorare. A questo punto, ti basterà regolarla sul valore che ti serve per iniziare l’operazione di serraggio.

Una volta finito il lavoro è fondamentale che tu ricordi di reimpostare la scala al minimo, in modo da non rischiare di starare la molla presente all’interno della chiave. Ad ogni modo, dopo un certo numero di utilizzi devi sempre effettuare la taratura: la Norma EN ISO 6789:2017 consiglia la ri-taratura ogni anno o dopo 5000 cicli di serraggio.

Quando acquisti una chiave dinamometrica, ricordati di scegliere solamente i prodotti con regolare certificato, e opta sempre per marche professionali: anche se la utilizzerai per scopi personali, come per esempio lavorare sulle ruote della tua bicicletta, è fondamentale che sia un utensile affidabile che ti dia la sicurezza di serrare nel modo corretto viti e bulloni. 

Condividi
Aggiungi un commento

 (con http://)