Condividi
reply Back

COME SI USA IL CALIBRO? OTTIENI IL MASSIMO DAI CALIBRI MANUALI E DIGITALI

Pubblicato il : 20/09/2018 12:09:38

Nell’articolo precedente, Mister Worker ha cercato di aiutarti a capire quale calibro usare. Ora è il momento di spiegarti come utilizzare i vari modelli di questo utensile e come leggerli: ogni tipo ha le sue caratteristiche, per questo devi scegliere quello che si adatta meglio al tipo di lavoro che devi svolgere e alle misurazioni che devi effettuare. Senza ombra di dubbio, il calibro migliore è quello digitale, estremamente preciso e facile da usare, ma molti professionisti preferiscono ancora usare i modelli classici a nonio e a quadrante.

Come usare il calibro

Con un calibro puoi misurare le dimensioni esterne, le dimensioni interne e lo spessore: per farlo devi semplicemente aprire i becchi e stringerli contro l’oggetto che devi misurare, in base alla misura che devi effettuare. A questo punto puoi leggere i valori della misura sul corpo o sul display, in base alla tipologia di calibro che hai scelto.

A seconda della misurazione che devi effettuare, il calibro può avere caratteristiche diverse:

  • Misure esterne: ha due becchi pensati per essere stretti contro le pareti esterne dell’oggetto.
  • Misure interne: può avere becchi classici o appendici a coltello progettate per misurare la distanza tra le pareti interne di un oggetto.
  • Profondità: dispone di un’asta studiata per arrivare fino in fondo a una cavità e misurarne quindi la profondità.
  • Universale: è dotato di una combinazione di becchi e appendici per permettere di effettuare più tipi di misurazioni.

Ora, vediamo nel dettaglio come si usa e come si legge un calibro.

Come misurare con il calibro | Mister Worker™

  • Come leggere un calibro a nonio

Dopo aver fatto scorrere i becchi contro l'oggetto che si desidera misurare (quelli più grandi per le misurazioni esterne, quelli più piccoli per le misurazioni interne), devi leggere il valore che trovi sulla scala principale, dove si allinea con lo zero. A questo punto devi leggere la scala a nonio, cercando il punto in cui si allinea perfettamente con la scala principale: questo è il valore delle cifre decimali. A questo punto devi sommare la scala principale e la scala a nonio per ottenere la misura finale: ricordati solo di fare molta attenzione a utilizzare le unità corrette su ciascuna scala. Funziona praticamente come un righello!

  • Come leggere un calibro a quadrante

Per prima cosa, chiudi i becchi, allenta il dado del quadrante e regolalo sullo zero prima di fissarlo ed effettuare la misurazione. A questo punto, puoi iniziare a prendere tutte le misurazioni che vuoi come se stessi utilizzando un calibro a corsoio: l’unica differenza è che devi annotare i valori che leggi sulla scala principale e sulla scala del quadrante, per poi sommarli e ottenere la misurazione finale. Nota bene: per avere la misurazione corretta, devi ricordarti di moltiplicare per .001 tutti i numero che leggi sul quadrante.

  • Come leggere un calibro digitale

Il calibro elettronico è lo strumento da lavoro perfetto quando si ha l’esigenza di effettuare misurazioni estremamente precise, specialmente su oggetti di piccole dimensioni. Innanzitutto, prima di utilizzarlo, è necessario azzerare ogni eventuale misura precedentemente salvata e impostarla sullo zero: in questo modo sarai sicuro di ottenere valori precisi. A questo punto, puoi iniziare a farlo come fosse un classico calibro per misurare dimensioni, spessore e profondità: leggerai le misure direttamente sul display, con la possibilità di salvarle nella memoria dell’utensile.

Condividi
Aggiungi un commento

 (con http://)