Condividi
reply Back

COME SCEGLIERE UNA SEGA CIRCOLARE

Pubblicato il : 20/09/2018 12:19:23

Le seghe circolare sono comparse per la prima volta alla fine del XVIII secolo, per essere utilizzate principalmente nelle segherie. Al giorno d’oggi, la sega circolare è un utensile elettrico molto comune e utilizzato da numerosi professionisti: sfrutta il movimento rotatorio per tagliare un gran numero di materiali diversi, grazie a una lama o a un disco abrasivo. Ma a cosa serve una sega circolare? È un utensile elettrico specifico per il taglio di molti materiali, come plastica, legno, metallo e altro; tutto ciò che devi fare è scegliere la lama per sega circolare adatta per il materiale su cui devi lavorare. Se ti stai chiedendo quanto costa una sega circolare, dipende dal modello di cui hai bisogno: puoi trovare seghe per principianti a 100€, ma anche strumenti professionali che costano più di 600€, tutto dipende dalle tue esigenze.

Quale sega circolare scegliere?

Come prima cosa, ricordati sempre che una buona sega circolare professionale deve avere abbastanza potenza per tagliare qualsiasi materiale, dai legni duri alla plastica, senza incepparsi. Questo dettaglio non è solo fondamentale per svolgere un lavoro pulito e preciso, ma anche per la tua sicurezza.

Tutti i modelli di sega circolare hanno gli stessi componenti standard: la protezione della lama, progettata per coprire la lama mentre la sega non è in uso; la regolazione dello smusso, utile quando si devono eseguire lavori di smussatura; la pedana (o scarpa), progettata per rendere la sega stabile e fissarla controllo l’oggetto su cui si sta lavorando; e la regolazione della profondità, fondamentale per lavorare su oggetti con diversi spessori.

Fondamentalmente, esistono due modelli di sega circolare tra cui scegliere:

  • Sega a vite: il modello tradizionale di sega circolare, con il motore sullo stesso asse della lama. Le seghe di questa tipologia sono compatte e leggere, ideali per un gran numero di lavori e applicazioni.
  • Sega laterale: il motore è posto ad angolo retto sulla lama e utilizza una serie di ingranaggi per aumentare la potenza di taglio. Le seghe circolari di questo tipo sono più grandi e più pesanti rispetto al modello classico, e quindi perfette per lavori pesanti su materiali difficili.

Come scegliere una sega circolare

Inoltre, ci sono anche due tipologie di alimentazione tra cui scegliere:

  • Seghe a batteria: perfette per essere utilizzate in spazi ristretti, dove non si ha la possibilità di utilizzare cavi e prolunghe. Sono ideali per tagliare il legno, ma è sconsigliabile usarle su materiali più duri, perché offrono una potenza limitata e sono lente a ricaricarsi.
  • Seghe con filo: ideali per il taglio di materiali duri e resistenti come l'acciaio e il calcestruzzo, ma anche per la lavorazione del legno. Non utilizzando batterie, offrono una potenza continua senza interruzioni. Nota: se non hai la possibilità di lavorare vicino a una presa elettrica, ricordati di acquistare una prolunga adatta.

Tutto quello che devi fare ora è confrontare le caratteristiche delle seghe circolari che hai selezionato. Prima di tutto, controlla la potenza di taglio: viene misurata in Ampere nelle seghe a filo e in Volt nelle seghe a batteria, e un livello più alto di questi indicatori significa più potenza di taglio. Successivamente, devi pensare alla dimensione della lama, che determina la profondità massima di taglio della sega: più grande è la lama, più profondo è il taglio. Ricorda che le seghe circolari con lame più grandi pesano anche di più e sono più difficili da controllare durante l’utilizzo. Infine, devi considerare la capacità di smussatura e controllare se la sega circolare che vuoi acquistare è dotata di guide laser, utili per migliorare la precisione del taglio.

Condividi
Aggiungi un commento

 (con http://)