Condividi
reply Back

COME SCEGLIERE UN AVVITATORE PNEUMATICO? GUIDA ALL'ACQUISTO

Pubblicato il : 23/09/2016 10:31:32
Categorie : Guida agli utensili da lavoro , Mister Worker

Mi capita spesso di parlare con professionisti che vorrebbero acquistare un avvitatore pneumatico, ma che non sanno se lo utilizzerebbero al meglio oppure no. Ecco perché ho deciso di scrivere questa piccola guida sugli avvitatori ad aria, in modo da aiutarti a capire se è l’utensile adatto alle tue esigenze.

COS’È UN AVVITATORE PNEUMATICO

Gli avvitatori pneumatici ad aria sono strumenti essenzialmente atti ad avvitare e svitare viti e bulloni. Sono chiamati così perché si alimentano ad aria compressa: per farli funzionare devono essere collegati a un compressore d’aria. Grazie a questa caratteristica, che quindi esclude l’utilizzo di corrente elettrica, l’avvitatore pneumatico è utilizzabile in tutta sicurezza anche negli ambienti non perfettamente asciutti.

Strutturalmente assomiglia a un trapano, anche se, nonostante sia in grado di effettuare alcune operazioni di foratura, si distingue da quest’ultimo per alcuni funzioni peculiari. L'avvitatore, infatti, è normalmente provvisto di un riduttore di velocità, chiamato inserto, che permette di diminuire il numero di giri dell'utensile. Di solito, come negli avvitatori USAG, è prevista la possibilità di avere due o più velocità: le più lente per avvitare, le più veloci per svitare. È inoltre possibile selezionare il senso di rotazione, orario o antiorario a seconda che si debbano svolgere attività di avvitamento o svitamento.

Gli avvitatori pneumatici possono essere lineari o ad impulsi. Nel primo caso sono di dimensioni contenute, stretti e lunghi e funzionano tramite un girante che produce un moto rotativo pressoché costante. Nel secondo caso, invece, non girano linearmente, ma creano degli impulsi che, battendo, mettono in rotazione l’inserto. Sono altresì dotati di un attacco quadro per le chiavi a bussola. Questi avvitatori sono usati per velocizzare le operazioni di avvitamento e svitamento e per le lavorazioni più pesanti poiché, grazie alla loro struttura, sono in grado di svitare i bulloni più ostinati. In caso di resistenze o altri ostacoli di vario genere, entrano infatti in funzione dei particolari meccanismi. Ad esempio, gli avvitatori ad impulsi sono chiamati così proprio per la loro capacità di ruotare e percuotere contemporaneamente, creando, per l’appunto, degli impulsi. In questo modo, quando il bullone oppone più resistenza, i percussori continuano a funzionare, scuotendo l’incudine presente all’interno della pistola finché il bullone non si allenta. Questo è possibile perché i percussori sono agganciati all’incudine che, ruotando, forza i bulloni. Nel caso invece l’incudine non riesca a girare, entrano in funzione i percussori che, dislocandosi, compiono un’altra rotazione e cominciano a colpire l’incudine. Per chiarire meglio, vi mostro come è fatto un avvitatore pneumatico ad impulsi al suo interno.

Avvitatore

Grazie a queste caratteristiche, gli avvitatori pneumatici ad impulsi sono più utili a chi deve eseguire avvitamenti in serie o altre lavorazioni pesanti, come nel caso di gommisti, meccanici, o autoriparatori, che devono eseguire queste operazioni frequentemente, ma di meno se usati occasionalmente. Solitamente, infatti, gli avvitatori ad impulsi sono impiegati per avvitare e svitare le viti sui mozzi delle ruote, smontare la frizione, il bloccasterzo, i perni del motore e altre operazioni di questo genere. È importante tuttavia prestare molta attenzione alla forza impostata, perché un’intensità eccessiva rischia di danneggiare in modo irreparabile il filetto, rovinando, in questo modo, il proprio operato. Nei casi in cui sia necessaria molta precisione, consiglio invece l’uso di una chiave dinamometrica, in grado di serrare a una forza preimpostata con enorme accuratezza, ottenendo quindi un serraggio migliore. Anche con l’avvitatore è possibile regolare la forza di serraggio, ma con un risultato approssimativo.

Quando ho scelto gli avvitatori pneumatici da inserire nel catalogo, ho pensato anche a chi non è interessato solo all’utensile, ma anche agli accessori: infatti, ogni modello è vendibile sia singolarmente, sia nell’apposita valigetta assortita con prolunga, bussole e lubrificatore per la manutenzione dell’avvitatore stesso, rendendola un’offerta molto allettante per chi si avvicina all’avvitatore per la prima volta. Per l’operazione di manutenzione, in ogni caso, raccomando di attenervi scrupolosamente al manuale di uso e manutenzione, dato che un utilizzo sbagliato del lubrificatore rischia di danneggiare l’avvitatore in maniera irreparabile. Gli avvitatori pneumatici presentano quindi molte potenzialità, esponenziali alla frequenza d’uso che ne farete. Più lo utilizzerete, maggiore sarà il tempo e la fatica risparmiata! Tuttavia, in caso di un uso molto sporadico, consiglio di eseguire queste operazioni manualmente con una buona chiave, o di affidarvi al vostro gommista o meccanico di fiducia.

Condividi
Aggiungi un commento

 (con http://)